Poesie a passeggio per Venezia

“Vigilate su un vecchio edificio con attenzione premurosa; proteggetelo meglio che potete e ad ogni costo, da ogni accenno di deterioramento. Contate quelle pietre come contereste le gemme di una corona…”

John Ruskin


Le tonalità di Venezia si specchiano nell’acqua che con i suoi riflessi fa cambiare in modo straordinario i colori a seconda del momento della giornata. Vi confesso che Venezia mi sorprende sempre!

Durante camminate infinite fra verdi acque e cieli azzurri, incantata osservo case, finestre, portoni. Un tutt’uno di case, una a fianco all’altra che raccontano la loro storia con le loro crepe e le loro imperfezioni.
Scuri e infissi sbiaditi dal sole, portoni scrostati e soglie consumate dalle tante persone che sono passate.
Che siano case modeste o dimore nobiliari dimostrano il tempo che passa….un po’ come succede a noi uomini. Questi muri per me sono come opere d’arte. Non una concezione estetica la mia ma una visione del mondo e un modo di vivere, la bellezza delle cose imperfette!

Ci sono marroni, beige, rossi, arancio zafferano e giallo curcuma delle facciate delle case. I verdi dell’acqua dai più chiari ai più profondi. I blu piombo dei portoni e degli scuri delle finestre.Tonalità tutte in sintonia tra loro.

Ispirandomi a questi colori sono nate pashmine da indossare in tutte le stagioni dipinte con forme tondeggianti le cui sfumature si fondono come i colori riflessi nell’acqua dei canali veneziani. Una palette unica, raffinata ed elegante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Benvenuti! Mi chiamo Anna Bello e amo definirmi un artigiano contemporaneo e vado sempre alla ricerca di tecniche artistiche che rendendo uniche le mie creazioni...- Continua -



Newsletter