Pashmina Io sono Io

Per la nuova pashmina IO SONO IO mi sono ispirata al colore dei blue jeans. I jeans sono un capo di abbigliamento entrato nel nostro quotidiano e non ne sono più usciti tenendo testa a qualsiasi moda. Io li porto sempre in tutte le stagioni e in quasi tutte le occasioni. Spesso li abbino a una classica t-shirt bianca e completo il mio look con una collana importante e una pashmina inseparabile compagna che, anche se tenuta in borsa, può essere utile come scialle se l’aria si fa frizzante.

Nella pashmina IO SONO IO è scritta una poesia di Marco Sorzio, personaggio eclettico, non facile da raccontare in poche righe. Senza dubbio un uomo di grande sensibilità e la sua poesia lo dimostra a chiare lettere.
Per scrivere a mano questa lunga poesia, con colori per tessuto e pennelli, ho testato varie combinazioni e il risultato mi sembra buono.
L’importante per me, ma anche per Marco, è stato poter comunicare un’idea che condividiamo, un piccolo contributo per le donne.
Sì perché, anche se da un lato accresce il livello di consapevolezza che le donne hanno gli stessi diritti degli uomini, dall’altro aumentano comunque le violenze nelle società patriarcali.
Uscire dall’ombra e dal silenzio può servire per conoscete i propri diritti e le vie d’uscita da situazioni che possono sembrare irrimediabili.
Penso che ognuno possa quotidianamente fare la sua piccola parte sia sotto forma di sensibilizzazione sia attraverso la denuncia di soprusi sulle donne.
Spetta però agli stati una presa di posizione attraverso l’applicazione delle leggi e una solida collaborazione con la società civile e anche una forte sensibilizzazione tanto da diventare per tutti, ma proprio per tutti, inaccettabile la violenza sulle donne.
Purtroppo ci vorranno anni prima che si passi da situazione di emergenza a priorità quotidiana con linee guida e costante educazione delle comunità.

Questa pashmina è acquistabile nello shop.
Vi propongo la poesia IO SONO IO di Marco Sorzio da cui ho tratto anche lo “slogan” per la t-shirt.

“Io sono io.

Io non sono di…, non sono per…
Io sono io.
Sono stata stella caduta,
sabbia negli occhi,
stanchezza, paura.
Sono stata bestia braccata
nella mia stessa tana,
uccello caduto, ferito,
grido muto di un feroce silenzio.
Sono stata derubata del mio tempo,
il corpo ingabbiato,
offeso, deriso.
Sono stata costretta a chiedere scusa
(sì, molti l’hanno pensato e lo pensano ancora)
per essere nata donna.
Ma ora sento e so,
io sono onda,
terra impastata di saliva,
cometa lontana nel cielo.
Ora posso chiamare
le cose con il loro nome,
cercare amore, se mi va,
e disegnare crepuscoli e aurore.
Posso sciogliere parole,
scegliere persone,
colorare il vento e il mare.
So camminare da sola,
correre senza fuggire,
alzare le braccia non in un gesto di resa:
alzare le braccia per provare la gioia del volo.”
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

seguimi

Visit Us On InstagramVisit Us On GooglePlusVisit Us On FacebookCheck Our Feed

Newsletter

Ciao sono Anna Bello, amo la creatività e la carta in tutte le sue forme. Mi piace l'arte, il cibo, viaggiare, la fotografia e l'arredamento... - Continua -