La storia di una vita si legge tra le rughe!

E’ già da un po’ di giorni che le vetrine sono addobbate a festa… girando per negozi e centri commerciali ormai sembra che sia festa tutto l’anno. Festeggiamenti permanenti che rendono ancora più belle le città, niente da dire! Ma forse troppi stimoli rischiano di farci arrivare alla meta già stanchi di luci, cene e regali.
Il saper aspettare l’arrivo delle ricorrenze, per grandi e piccini, dovrebbe insegnare a dar valore alle cose….ma  non è sempre facile ai nostri giorni in cui si possiede tutto e subito!
Mette gioia addobbare la casa, perché il segreto di questa piccola felicità è racchiuso nell’attesa delle feste.
Il mio albero di Natale è diverso ogni anno. Una volta scelgo la predominanza del bianco, un anno il rosso e un altro il colore beige, optando per oggetti in legno, pigne e altre cose che trovo in giro nei boschi.
Quando apro la scatola dove ripongo i decori per la casa, insieme alle palline escono fiocchetti, pupazzetti, pigne e come una magia anche ricordi.
Quelli che non cambio mai fra i miei addobbi, e che ormai hanno le rughe, sono questi angeli che ho fatto alcuni anni fa. Avevo visto qualcosa di simile in una rivista e con un po’di fantasia e un tocco personale li ho realizzati. 
Se avete voglia di farli anche voi dovete avere a disposizione pasta modellante tipo creta senza cottura, palline di polistirolo, carta velina, carta di giornale, colla vinilica, tempere, qualche filo di rafia naturale, cartoncino per le ali, inoltre un pò di tempo e pazienza.
Con la pasta modellante si modellano mani , piedini e teste. Quando sono asciutti si colorano a piacimento con il rosa e un tocco di rosso per il fard delle guance paffute.
All’interno del corpo, per dargli forma, si usa una pallina di polistirolo e con tanta pazienza, viene data forma a braccia, gambe e collo usando diligentemente strati e strati di carta di giornale sovrapposti, incollati con colla vinilica. L’ultimo stato è in carta velina bianca che una volta che si è asciugata completamente è colorata con tempera bianca o acrilica. 
Le alucce sono in morbido cartoncino dorato. I capelli sono in rafia naturale che da bagnata viene arrotolata su un bastoncino. Una volta asciutta si sfila delicatamente dal bastoncino per mantenere i “ricci” e si incolla sulle testine degli angeli.
Per qualcuno, forse, questi angeli saranno bruttini e raggrinziti, ma a me piacciono perché quando li guardo mi fanno una gran tenerezza. 
 
 
 
 
Finite le feste, la scatola degli addobbi si chiuderà e insieme alle altre cose saranno riposti anche i miei angeli …un altro anno sarà passato.

Buoni preparativi per le feste a tutti!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

seguimi

Visit Us On InstagramVisit Us On GooglePlusVisit Us On FacebookCheck Our Feed

Newsletter

Ciao sono Anna Bello, amo la creatività e la carta in tutte le sue forme. Mi piace l'arte, il cibo, viaggiare, la fotografia e l'arredamento... - Continua -